La fine del 2019 ha portato un’importante novità nel settore del credito. Infatti, la Corte di Giustizia Europea (CGUE), si è pronunciata in merito al diritto dei consumatori a un rimborso, in caso di estinzione anticipata dello stesso. Nella sentenza Lexitor dell’11 settembre 2019 relativa alla causa C-383/18 tra la Lexitor (società cessionaria di crediti) e SKOK-Santander-mBank, la Corte UE ha riconosciuto la retrocessione dei cosiddetti costi “up front”, in caso di estinzione anticipata del finanziamento.

Cosa cambia con la sentenza Lexitor?

Prima della sentenza Lexitor, in caso di estinzione anticipata di un finanziamento, era previsto un rimborso per il consumatore che riguardava esclusivamente i costi recurring. La sentenza rimborsi corte UE, invece, oltre ai costi recurring, ha stabilito che il risparmiatore ha diritto anche al rimborso dei costi up front.

Ma cosa sono i costi up front?

I costi up front corrispondono alle spese richieste per gli adempimenti preliminari alla concessione del finanziamento (ad es. la gestione della pratica, le spese di istruttoria ecc.). Queste spese prescindono dalla durata del rapporto di credito e, prima della sentenza rimborsi corte UE, non erano mai rimborsabili.

Al contrario, i costi recurring sono riconducibili a spese legate alla durata del rapporto di credito e sono rimborsabili – in misura maggiore o minore – a seconda del momento in cui il finanziamento è stato estinto.

Per riassumere, prima dell’emanazione della sentenza Lexitor, il contraente aveva diritto soltanto al rimborso dei costi recurring. Al rimborso, pertanto, di quelle spese relative alla durata del rapporto di credito.

La sentenza Lexitor a favore dei consumatori

La riduzione del costo totale del finanziamento sarà assicurata, in caso di rimborso anticipato, per i nuovi contratti di credito destinati ai consumatori. Saranno inclusi i contratti di finanziamento tramite cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

Inoltre, la sentenza rimborsi corte UE, ha sottolineato la necessità di includere, nella riduzione del credito, tutti i costi a carico del consumatore, escluse le imposte.

Il rimborso verrà comunque sempre calcolato in proporzione al periodo del finanziamento. Verrà valutato il periodo che intercorrerà tra la data di estinzione del finanziamento e la data di scadenza prevista.

Per ottenere il tuo rimborso commissioni cessione del quinto contatta Rimborso del Quinto.

Seguici su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *